Home

Contributi Intesa San Paolo

Attivo Scadenza: 31 Dicembre 2018

Ente erogatore

Intesa Sanpaolo

Beneficiari

Le richieste di liberalità possono essere presentate solo da enti riconosciuti e senza finalità di lucro, con sede in Italia e dotati di procedure, anche contabili, che consentano un agevole accertamento della coerenza fra gli scopi enunciati e quelli concretamente perseguiti, oltre che agli enti che redigono bilanci certificati.
Tutti gli enti che risiedono nei territori presidiati da Cassa di Risparmio di Firenze (escluse le Province di Lucca, Pistoia e Massa-Carrara) devono rivolgersi a tali Banche del Gruppo che sono dotate di proprio Fondo di Beneficenza.

Tipologia

Nazionale

Descrizione

Procedura
Le richieste devono essere inoltrate cliccando qui: Presentare una domanda.

Progetti finanziabili
Il “Fondo di beneficenza ed opere di carattere sociale e culturale” è lo strumento attraverso il quale Intesa Sanpaolo eroga contributi a fondo perduto a organizzazioni non profit in sostegno di progetti che hanno come riferimento la solidarietà, l’utilità sociale e il valore della persona. Attraverso l’operato del Fondo, Intesa Sanpaolo vuole contribuire al raggiungimento degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile fissati dall’Agenda 2030 e sottoscritti dai 193 Paesi membri dell’ONU a fine 2015, rispondendo all’appello rivolto al settore privato per la sua attuazione. L’Agenda pone particolare attenzione alla lotta contro le diseguaglianze fra le nazioni e all’interno dei singoli Paesi e vuole creare le condizioni per una crescita economica sostenibile, inclusiva e duratura. Destinatari principali degli Obiettivi sono tutti coloro che si trovano in una situazione di maggior bisogno e, in particolare, i soggetti più vulnerabili: bambini, giovani, persone diversamente abili, persone affette da malattie, anziani, popolazioni indigene, rifugiati, sfollati e migranti.

Budget individuale
L'importo massimo è di €5.000.
 

Informazioni e Bando

Sito web

Nota bene. La scadenza indicata in questa scheda al 31 dicembre è solo tecnica, le richieste di contributi possono essere presentate durante tutto l'anno. In ogni caso vengono invitati gli enti interessati a presentare la domanda preferibilmente entro la fine di ottobre.

×