Home

Contributi allo spettacolo dal vivo, a valere sul Fondo unico per lo spettacolo

Attivo Scadenza: 31 Gennaio 2019

Ente erogatore

Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo

Beneficiari

Artisti musicali, teatrali, di danza, circensi

Tipologia

Statale

Descrizione

Procedura 
Il Ministero predispone e rende disponibili i modelli della domanda a mezzo di sistemi informatici dedicati, direttamente accessibili nel sito internet dell'Amministrazione, almeno sessanta giorni prima della data di scadenza per la presentazione delle domande. La domanda di progetto triennale è presentata entro il 31 gennaio di ogni prima annualità di ciascun triennio. Il programma annuale è presentato entro il termine perentorio del 31 gennaio di ogni annualità del triennio, salvo eccezioni riportate nel Decreto.

Oggetto 
Il Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo concede contributi per progetti triennali, corredati di programmi per ciascuna annualità, di attività musicali, teatrali, di danza, circensi in base agli stanziamenti del Fondo unico per lo spettacolo, di cui alla legge 30 aprile 1985, n. 163. Con il presente decreto si intendono quindi perseguire i seguenti obiettivi strategici:
a) concorrere allo sviluppo del sistema dello spettacolo dal vivo, favorendo la qualità dell'offerta, anche a carattere multidisciplinare, e la pluralità delle espressioni artistiche, i progetti e i processi di lavoro a carattere innovativo, la qualificazione delle competenze artistiche, l'interazione tra lo spettacolo dal vivo e l'intera filiera culturale, educativa e del turismo;
b) promuovere l'accesso, sostenendo progetti di rilevanza nazionale che mirino alla crescita di una offerta e di una domanda qualificate, ampie e differenziate, e prestando attenzione alle fasce di pubblico con minori opportunità;
c) favorire il ricambio generazionale, valorizzando il potenziale creativo dei nuovi talenti;
d) creare i presupposti per un riequilibrio territoriale dell'offerta e della domanda;
e) sostenere la diffusione dello spettacolo italiano all'estero e i processi di internazionalizzazione, in particolare in àmbito europeo, attraverso iniziative di coproduzione artistica, collaborazione e scambio, favorendo la mobilità e la circolazione delle opere, lo sviluppo di reti di offerta artistico culturale di qualificato livello internazionale;
f) valorizzare la capacità dei soggetti di reperire autonomamente ed incrementare risorse diverse e ulteriori rispetto al contributo statale, di elaborare strategie di comunicazione innovative e capaci di raggiungere pubblici nuovi e diversificati, nonché di ottenere riconoscimenti dalla critica nazionale e internazionale;
g) sostenere la capacità di operare in rete tra soggetti e strutture del sistema artistico e culturale.

Progetti presentabili 
Le domande possono essere presentate per i seguenti ambiti:
a) teatro;
b) musica;
c) danza;
d) circhi e spettacolo viaggiante;
e) progetti multidisciplinari, suddiviso nei seguenti settori (capo VI del Decreto): circuiti regionali multidisciplinari; organismi di programmazione multidisciplinari; festival multidisciplinari;
f) azioni trasversali, suddiviso nei seguenti settori (capo VII del Decreto): promozione; tournée all'estero.

Informazioni e Bando

Per contattare l'Ufficio Relazioni con il Pubblico del ministero tel. 06 67233202/3314 

Sito web

×