Home

Detrazioni/deduzioni liberalità a favore di Aps

Domanda: 

Vorrei dei chiarimenti circa la possibilità di detrarre/dedurre liberalità a favore di APS, nel periodo di attesa del RUNTS e dopo la sua introduzione.
Ho letto che in attesa del Registro è possibile dedurre liberalità a favore delle APS iscritte nei registri nazionali, quindi vorrei capire cosa succede per quelle iscritte solo nei registri provinciali.

Risposta: 

La possibilità di detrarre o dedurre liberalità a favore di APS, estesa anche nel periodo transitorio (dal 1° gennaio 2018) fino alla operatività del RUNTS, riguarda sia le associazioni iscritte nel Registro nazionale delle APS, sia quelle iscritte nei relativi Registri regionali o provinciali.

Infatti, il co. 1, art. 104 del D.Lgs. n. 117/2017 (Codice del Terzo Settore - CTS), così dispone: " 1. Le disposizioni di cui agli articoli ... 83 ... si applicano in via transitoria a decorrere dal periodo di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2017 e fino al periodo d'imposta di entrata in vigore delle disposizioni di cui al titolo X secondo quanto indicato al comma 2, alle ...  associazioni di promozione sociale iscritte nei registri nazionali, regionali e delle provincie autonome di Trento e Bolzano previsti dall'articolo 7 della legge 7 dicembre 2000, n. 383". 

L'art. 83 del CTS disciplina le nuove deduzioni/detrazioni fiscali a favore dei donatori (persone fisiche, enti e società) e le norme agevolative già in vigore.

Se la scrivente Associazione è iscritta, come sembra, ad un Registro (nazionale, regionale o provinciale) delle APS, si qualifica già come Ente del Terzo Settore (la qualifica di 'ente commerciale' o 'ente non commerciale' é da verificarsi nel concreto, sulla base delle disposizioni vigenti di natura fiscale poiché quelle nuove richiamate - co. 5, art. 79 CTS - entreranno in vigore dal periodo d'imposta successivo all'attivazione del RUNTS e alla autorizzazione della Commissione europea) e, quindi, risulta già beneficiaria delle suddette disposizioni agevolative sulle deduzioni e detrazioni fiscali. Infatti, il co. 3, art. 101 del CTS, prevede che "Il requisito dell'iscrizione al Registro unico nazionale del Terzo settore previsto dal presente decreto, nelle more dell'istituzione del Registro medesimo, si intende soddisfatto da parte delle reti associative e degli enti del Terzo settore attraverso la loro iscrizione ad uno dei registri attualmente previsti dalle normative di settore".

 

×