Home

11-15 aprile 2011, Banche del tempo in Toscana

Intervista a Rosanna Nanni, presidente della Banca del tempo di Pistoia

Oggi in Italia si contano almeno 320 banche del tempo. Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna le regioni con il numero più alto. Lo scopo è di creare uno scambio circolare di servizi e saperi.
Secondo l'indagine promossa nel 2010 dalla Provincia di Torino e dall'Associazione Nazionale Banche del Tempo, per il 70% le banche del tempo sono associazioni. Gli iscritti sono soprattutto donne e anziani. Buona parte degli scambi riguarda attività di cura e aiuto domestico, attività ricreative e scambi di saperi. Ma il fenomeno è in continua evoluzione: negli ultimi anni, sono nate delle banche del tempo multiculturali ed alcune banche hanno aperto sportelli tematici, come quelli dedicati alla musica o all'informatica.
In Toscana le banche del tempo sono 14. Abbiamo chiesto a Rosanna Nanni, presidente della Banca del tempo di Pistoia, quali sono le principali attività a cui si dedicano i volontari e quali competenze offrono.

All'esperienza delle Banche del tempo è dedicato il numero 7 di Pluraliweb

Secondo la sua esperienza, che cosa spinge le persone a partecipare alle attività di una banca del tempo?

×