Home

2007: anno europeo delle pari opportunità per tutti

Si è aperto a Berlino il 30 gennaio scorso il vertice sull'uguaglianza, che ha inaugurato il 2007 Anno europeo delle pari opportunità per tutti. 450 i delegati provenienti da tutta Europa che hanno partecipato al Summit allo scopo di identificare le strategie da adottare per combattere le discriminazioni e rendere le pari opportunità una realtà concreta in Europa.
Gli eventi e le iniziative in programma durante tutto il corso dell'anno dovranno servire a rendere i cittadini europei consapevoli del proprio diritto a non essere discriminati, a promuovere le pari opportunità in campi quali il lavoro e l'assistenza sanitaria, e per dimostrare come la diversità renda l'Europa più forte. L'Anno europeo delle pari opportunità per tutti” si articola intorno a quattro temi principali: i diritti; la rappresentanza; il riconoscimento; il rispetto.

Da un'indagine preparatoria condotta dall'Unione Europea emerge che oltre la metà dei cittadini europei (51%, ma la percentuale sale al 53% in Italia) pensa che non si sia fatto ancora abbastanza per combattere la discriminazione nel proprio paese di appartenenza e una larga maggioranza di intervistati crede anche che la discriminazione sia largamente diffusa (64%). Sale al 73% la percentuale in Italia - se si considera la discriminazione fondata sull'orientamento sessuale, e addirittura al 77% se si tiene conto della discriminazione dovuta all'origine etnica.

Ma i risultati dell'indagine indicano anche che in Europa le norme contro la discriminazione sono ancora poco conosciute.
Non varia molto la fotografia in Italia dove, al pari della media europea, solo un terzo degli italiani dichiara di conoscere i propri diritti in materia di discriminazione (fondata sul sesso, razza, origine etnica, orientamento sessuale, handicap, religione). Gli italiani più critici si dimostrano essere i giovani di età compresa tra i 15 e i 24 anni (61%) e gli studenti (63%).

Ecco perché i principali obiettivi dell'anno europeo consisteranno nell'informare i cittadini del loro diritto alla non discriminazione e alla parità di trattamento, nel promuovere le pari opportunità per tutti e sottolineare i vantaggi della diversità.

Calendario iniziative europee
Calendario iniziative in Italia
Per saperne di più

|2007-02-10 00:00:00|public://type_comunicati/allegati/1641_file.doc|Comunicato stampa (versione inglese)|public://type_comunicati/allegati/1642_file.pdf|Sintesi del rapporto sulle discriminazioni in Europa (versione inglese)|public://type_comunicati/allegati/1643_file.pdf|Dati sulle discriminazioni in Italia (versione inglese)|||||||||||||||||||||||||| 2990|Associazioni in rete 2006|

Parte a gennaio la quarta edizione del progetto 'Associazioni in rete' per l'informatizzazione delle associazioni di volontariato toscane. In programma 11 corsi distribuiti su tutto il territorio regionale. Ciascun corso prevede 18 lezioni per un totale di 54 ore. Al termine del corso, i partecipanti avranno diritto alla fornitura di una dotazione informatica.

|

Parte a gennaio la quarta edizione del progetto 'Associazioni in rete' per l'informatizzazione delle associazioni di volontariato toscane. In programma 11 corsi distribuiti su tutto il territorio regionale. Ciascun corso prevede 18 lezioni per un totale di 54 ore. Al termine del corso, i partecipanti avranno diritto alla fornitura di una dotazione informatica.
Visualizza i corsi

|2007-01-03 00:00:00|public://type_comunicati/allegati/1461_file.pdf|Volantino|||||||||||||||||||||||||||||| 3000|Mostra documentaria 'Non ti scordar di te'|

La mostra documentaria 'Non ti scordar di te' è il primo evento che il Cesvot propone nel 2007, anno del suo decennale. Alla mostra, che si è svolta dal 19 al 21 gennaio 2007 a Firenze presso l'Istituto degli Innocenti, Piazza SS. Annunziata, hanno partecipato ventidue associazioni che hanno preso parte alle due edizioni del corso di formazione sulla gestione della documentazione 'Non ti scordar di te'.

|

Firenze, 13 dicembre 2006. La mostra documentaria 'Non ti scordar di te' è il primo evento che il Cesvot propone nel 2007, anno del suo decennale. Alla mostra, che si svolgerà dal 19 al 21 gennaio 2007 a Firenze presso l'Istituto degli Innocenti, Piazza SS. Annunziata, partecipano ventidue associazioni che hanno preso parte alle due edizioni del corso di formazione sulla gestione della documentazione 'Non ti scordar di te'.

Ogni associazione metterà in mostra i propri documenti storici e distribuirà materiali per far conoscere le proprie attività sul territorio. Una sezione sarà dedicata all'organizzazione del materiale documentario e agli strumenti per migliorarne la fruibilità e la conservazione.
Durante i tre giorni della mostra saranno presentati e distribuiti il dvd del Progetto e il volume Non ti scordar di te. Catalogo dei fondi documentari del volontariato toscano a cura di Barbara Anglani (I Quaderni del Cesvot, n. 32).

La mostra rappresenta un'importante occasione per rendere visibile e valorizzare il patrimonio documentario che le associazioni di volontariato producono e possiedono. Un 'tesoro' che testimonia quanto l'associazionismo sia capace di produrre non solo fatti ma anche cultura e sapere. Talvolta la consapevolezza del valore dei documenti prodotti e posseduti è accompagnata dalla difficoltà di organizzarsi per gestirli correttamente e renderli fruibili. In alcuni casi, per fortuna pochi, le associazioni si 'dimenticano' di quella che è la loro memoria storica ed è per questo che il Cesvot ha attivato il progetto di formazione e consulenza 'Non ti scordar di te' e promosso questa mostra.

L'iniziativa sarà inaugurata il 19 gennaio 2007 con il convegno dal titolo 'Documentazione e archivi del volontariato: una realtà da valorizzare', al quale partecipano esperti, bibliotecari e rappresentanti del volontariato.
Il 20 e il 21 gennaio sono in programma incontri aperti al pubblico a cura dell'associazione Ireos e dell'associazione Pantagruel, durante i quali sarà possibile conoscere i fondi delle associazioni, ascoltare letture e visionare filmati e documentari.

Le associazioni in mostra sono: Associazione volontaria diabetici Valdarno, Associazione italiana contro le miopatie rare, Amici della Terra Firenze, Anpas Montopoli Valdarno, Arci Solidarietà Zona del Cuoio, Associazione Gabbiano Jonathan–Prato, Ireos-Centro servizi autogestito comunità queer–Firenze, Assocazione Quavio–Siena, Associazione toscana idrocefali e spina bifida–Firenze, Auser Firenze, Avis Castelfiorentino, Avis Toscana, Ciao–Centro di informazione, ascolto, orientamento–Firenze, Centro italiano femminile-Firenze, Confederazione Nazionale delle Misericordie d'Italia, Mani Tese–Firenze, Progetto Accoglienza–Borgo S.Lorenzo, Pubblica Assistenza/Croce Verde Lucca, Squadra antincendio volontari Asciano–Pisa, Unione italiana mutilati della voce–Firenze, UISP Solidarietà-Firenze, Unione nazionale italiana volontari pro ciechi-Livorno.

Gli enti e le associazioni che hanno il catalogo on-line su 'Retedocu', la rete di centri di documentazione in area socio-sanitaria creata dal Cesvot, sono: ARCI Solidarietà Comitato Regionale Toscana, AVIS Toscana, Informacarcere, Cnv, Cgil Toscana-Centro di documentazione e archivio storico, Informare un'h-Centro Gabriele Giuntinelli, Oscar Romero-Centro di documentazione di formazione interculturale, Ireos-Centro servizi autogestito della comunità queer di Firenze. Il catalogo di Retedocu è consultabile all'indirizzo http://opac.biblionauta.it/CESVOT_RETEDOCU/

Cristiana Guccinelli
Responsabile settore comunicazione, promozione e ufficio stampa
Tel. 329 3709406

 

×