Home

Hanno da poco superato il traguardo dei sessanta appuntamenti televisivi, ma l’impegno e l’entusiasmo dei protagonisti della rubrica Nessuno Escluso. Lo spazio del terzo settore non è mai diminuito.

Da circa un paio di anni, Gianmarco e Paolo hanno mostrato a tutti che l’integrazione socio-lavorativa di persone con disabilità è possibile, inserendosi perfettamente in un contesto dinamico come quello di una redazione televisiva e mettendosi alla prova in prima persona come giornalisti. L’obiettivo della rubrica è quello di far conoscere le associazioni locali che lavorano in ambiti strettamente legati al sociale come, ad esempio, disabilitàeducazionedirittisalute volontariato.

Lo spazio d’informazione dedicato al mondo del terzo settore nasce come costola del progetto Le abilità diverse della disabilità, promosso dalla Caritas diocesana di Arezzo-Cortona-Sansepolcro e finanziato attraverso il bando Cei 8×1000 per due anni consecutivi. Tra le numerose realtà locali coinvolte in questo percorso, per la realizzazione del format tv è stata richiesta la collaborazione dell’emittente televisiva diocesana TSD.

Dal potenziamento delle offerte residenziali alla creazione di percorsi di inclusione attraverso attività teatrali e di cinema sociale, passando attraverso la promozione sportiva, con una squadra di basket integrato, fino ad arrivare all’inserimento in contesti lavorativi. Questo, in sintesi, l’ampio ventaglio di azioni che il progetto targato Caritas ha messo in campo nell’arco di un biennio e tutte le attività sono state accomunate da un unico grande obiettivo: favorire una maggiore autonomia delle persone con disabilità.

Nessuno

“Attraverso lo strumento dell’intervista – spiega Andrea Dalla Verde, vice direttore della Caritas aretina, cortonese e biturgense – abbiamo dato la possibilità a Gianmarco e Paolo di essere promotori in prima persona dell’integrazione della disabilità. Sono convinto – conclude Dalla Verde – che si possa stilare un bilancio più che positivo di questa esperienza e che, grazie a questa attività, si sia accorciata la distanza tra normodotati e persone con disabilità”.

Ogni settimana, preparata telecamera e microfono, i due reporter sono andati alla scoperta delle tante facce dell’associazionismo aretino, imparando di volta in volta le basi di un nuovo mestiere. Un’esperienza che ha permesso a Gianmarco e Paolo di mettersi alla prova con il mondo esterno, ma soprattutto con se stessi.
La buona riuscita di questo percorso ha decretato la vittoria di una sfida tutt’altro che semplice ma che, a partire dal febbraio 2013, ha regalato tanto alla redazione e a tutto lo staff dell’emittente TSD.

Playlist con tutte le trasmissioni di Nessuno escluso.

Sezione: 
×